Treviso, Italia 1910-1996, Toni Benetton è considerato uno dei maggiori scultori contemporanei, particolarmente autorevole nel campo delle Macrosculture. Nel 1938 frequenta il corso di scultura all’ Accademia delle Belle Arti a Venezia, sotto la guida di Arturo Martini. I materiali utilizzati dal Maestro sono vari: terracotta, bronzo, gesso; ma quello che predilige è il ferro. Negli anni ‘60 frequenta letterati e poeti tra i quali Giovanni Comisso, Andrea Zanzotto, Bepi Mazzotti e Carlo Scarpa, coi quali avrà un forte legame. In questo periodo realizza grandi figure, soprattutto animali, sperimentando la sua prima mostra-ambiente collocandole all’aperto nel Giardino Salomon di Solighetto (Treviso), realizzando così uno dei primi parchi espositivi di scultura all’aperto in Italia. Nel 1964 rappresenta l’Italia al Congresso Mondiale dell’Arte a New York. Nel 1967 fonda l’Accademia Internazionale del Ferro, frequentata da artisti di tutto il mondo. Negli anni ‘70 poi realizza una serie di opere intitolate Semoventi, mentre negli anni ‘80 progetta Townscapes, macrostrutture da inserire in grandi complessi urbani. Due opere sono state esposte alla XLII Biennale d’Arte di Venezia, mentre i progetti Townscapes sono stati esposti in una personale, alla XII Mostra Internazionale di Architettura, Biennale di Venezia.

www.museotonibenetton.it